CISAR Locri

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Statuto

Statuto

E-mail Stampa PDF
ASSOCIAZIONE NAZIONALE RADIOAMATORI
Centro Italiano Sperimentazione Attività Radiantistiche
C.I.S.A.R. Sezione di LOCRI

Via Duca della Vittoria, 12 - 89044 LOCRI (RC)
www.cisarlocri.net


C.I.S.A.R. LOCRI, logo [immagine]


Statuto [immagine]


Regolamento di Sezione


Art. 1

La Sezione Cisar di Locri, con sede sociale provvisoria alla Via Ancona, 6, è costituita per il raggiungimento degli scopi di cui all'art.3 dello Statuto.
L'Associazione CISAR è già legalmente costituita e riconosciuta dal ministero delle Poste e Telecomunicazioni in Italia. A tale Sezione possono aderire i Radioamatori in possesso di Patente/Licenza di Radio Operatore rilasciata dal Ministero delle PP. e TT. Gli SWL e simpatizzanti.

Art. 2

Gli scopi del Sezione CISAR si identificano con quelli riportati nello Statuto dell'Associazione CISAR Nazionale.

Art. 3

Per divenire soci deve essere redatta una domanda di ammissione che verrà trasmessa al Consiglio Direttivo Nazionale del Cisar per le valutazioni del caso. Per aderire alla Sezione di Locri sarà necessario versare una quota che annualmente verrà stabilita dal Consiglio Direttivo Nazionale. Avverso la domanda dell'aspirante socio è ammesso opposizione da parte di un socio effettivo, in ogni caso sulla questione deciderà il CD Nazionale del CISAR.
I soci si dividono in due categorie:
Soci effettivi;
Soci onorari;
Soci effettivi sono le persone fisiche di certa moralità che godono dei diritti civili;
Soci onorari vengono nominati dal C.D. fra coloro che hanno acquistato speciali benemerenze. Questi sono esentati dal pagamento della quota sociale, non prendono parte alle votazioni, pur prendendo parte alle assemblee e non possono ricoprire cariche sociali.
La qualità di socio si perde per dimissioni, morosità o radiazione per gravi motivi:
a) per dimissioni, il socio in qualunque momento può recedere dalla sezione di
appartenenza con comunicazione scritta, da inoltrare al C.D.Nazionale.
b) per morosità, la morosità viene dichiarata dalla Sez. di Locri o dal C.D.Nazionale.
c) la radiazione, viene pronunciata dalla Sezione di appartenenza o dal C.D.N. quando
vengono a mancare la qualità che ne avevano determinato l'ammissione ai sensi
dell'Art. 6 dello Statuto. In questo caso il provvedimento verrà adottato dal C.D.,
sentiti i Probiviri ed è inappellabile.

Art. 4

I soci in regola con il versamento della quota sociale, hanno diritto:
a) prendere parte alle votazioni dell'Associazione;
b) ricevere la tessera sociale e a fregiarsi del distintivo CISAR;
c) ricevere il bollettino dell'Associazione;
d) partecipare con gli altri soci alla sperimentazione nel campo radioelettrico;
e) promuovere proprie sperimentazioni, facendone partecipi la stessa Sezione e l'Associazione CISAR Nazionale.

Art. 5

Il patrimonio della Sezione è costituito:
a) dalle quote sociali attribuite pro-socio dalla Segreteria Amministrativa del CISAR
b) da donazioni, lasciti, contributi ricevuti a qualsiasi titolo, anche a membri del C.D. a causa del loro incarico
c) dal materiale e attrezzature acquistate dalla Sezione o conferiti dal CISAR
d) dalla biblioteca
e) dai residui attivi della precedente gestione.

Art. 6

Sono organi della Sezione:
a) L'Assemblea generale dei soci
b) Il Consiglio Direttivo
c) Il Collegio Sindacale.

Art. 7

L'Assemblea generale è composta da tutti i soci della Sezione, essa può essere Ordinaria e Straordinaria.

Art. 8

L'Assemblea Ordinaria è convocata dal Presidente della Sezione una volta all'anno,
entro il mese di gennaio e, non oltre il mese di marzo.
Ad essa sono sottoposti per l'approvazione:
a) la relazione del C.D. sull'attività della Sezione
b) il bilancio consuntivo dell'esercizio finanziario conclusosi
c) il bilancio preventivo per l'esercizio entrante
Ai fini del bilancio, l'esercizio inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

Art. 9

L'Assemblea Ordinaria deve essere inoltre convocata quando se ne avvisi la necessità o quando ne è fatta richiesta motivata da almeno 1/3 degli associati, aventi diritto al voto, ed in regola con la quota associativa. In quest'ultimo caso se gli amministratori non vi provvedono la convocazione può essere ordinata dal Presidente Nazionale del CISAR e presieduta da un suo delegato.

Art. 10

L'Assemblea straordinaria è convocata:
a) ogni volta che il C.D. lo ritenga necessario
b) quando occorre decidere su argomenti di vitale importanza per la Sezione
c) su richiesta motivata dei soci
d) su richiesta motivata dei sindaci
e) su richiesta motivata da almeno 1/3 dei soci, aventi diritto al voto ed in regola con le quote sociali.

Art. 11

Il luogo e la data delle Assemblee, nonché il relativo ordine del giorno vanno comunicati ai soci, per iscritto dal Presidente, con preavviso di 15 giorni. In caso di particolare urgenza il termine di cui sopra può essere ridotto a giorni 8.

Art. 12

L'Assemblea è presieduta dal Presidente e dal Segretario.
In prima convocazione l'Assemblea potrà deliberare con l'intervento di almeno la metà più uno dei soci, e in seconda convocazione, da tenersi trascorsi 30 minuti dalla prima, con qualunque numero dei soci presenti. Il socio può farsi rappresentare per delega scritta da altro socio. Lo stesso non potrà esibire più di una delega.

Art. 13

I verbali dell'Assemblea saranno firmati dal Presidente e dal Segretario.
Ciascun socio ha diritto a fare inserire in verbale le proprie richieste o dichiarazioni.

 

Art. 14

Il C.D. è composto da 5 o 7 consiglieri, eletti dai soci in Assemblea generale, con voto diretto. Il C.D. elegge a sua volta il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario-Tesoriere. I componenti il C.D. durano tre anni e possono essere rieletti.
Il C.D. dura in carica fino alla nuova elezione che dovrà essere effettuata entro il mese di gennaio successivo alla scadenza del mandato.

Art. 15

In caso di vacanza e, in proporzione al numero dei consiglieri, il C.D. potrà reintegrarli con altri soci scelti tra i primi dei non eletti e dureranno in carica fino allo scadere del triennio in corso.

Art. 16

Il C.D. deve riunirsi almeno una volta ogni due mesi. Riunioni straordinarie possono essere richieste per iscritto da almeno tre consiglieri. In caso di urgenza, la convocazione e l'ordine del giorno saranno comunicati con qualsiasi mezzo.
Le delibere saranno prese a maggioranza di voti e di tutte le riunioni sarà redatto a cura del Segretario regolare verbale.

Art. 17

Il C.D. deve assegnare ai consiglieri e ai soci i seguenti incarichi:
a) responsabile settore protezione civile
b) responsabile tecnico ponti ripetitori etc…
Può assegnare altri incarichi ritenuti utili e necessari per il buon andamento della Sezione e della vita associativa. Gli incarichi hanno la durata di un anno, sono riconfermabili, ma revocabili a insindacabile giudizio del VC.D. o per dimissioni.

Art. 18

Tutte le cariche sociali sono gratuite. Il C.D. può deliberare il rimborso totale o parziale delle spese vive sostenute per incarichi speciali, quando le spese sono state preventivamente autorizzate e successivamente documentate.

Art. 19

Degli eventuali debiti della Sezione non giustificate dall'entrate, risponderanno personalmente e in solido i componenti il C.D. che abbiamo approvato la spesa. Eventuali iniziative dei soci che comportano delle spese, devono essere accompagnate da una relazione del proponente nella quale sarà evidenziato come reperire i fondi necessari.

Art. 20

I Sindaci sono eletti per referendum in numero di due fra i soci effettivi. Rimangono in carica tre anni e possono essere rieletti. In caso di vacanza, si procederà per referendum alla elezione dei sostituti, che rimarranno in carica fino allo scadere del triennio in corso.

Art. 21

Al collegio dei Sindaci spetta il controllo generale sull'amministrazione della Sezione. Ad esso verrà sottoposto, ogni anno, il bilancio consuntivo e preventivo, nonché tutta la contabilità e le deliberazioni in materia amministrativa del C.D.A. Ad essi compete il controllo sull'organizzazione del referendum e dello scrutinio dei voti.

Art. 22

Le votazioni avvengono in Assemblea e per referendum.
Le votazioni per la nomina dei membri del C.D., del collegio sindacale per lo scioglimento della Sezione, nonché per l'adozione di qualsiasi altro provvedimento, devono avvenire per referendum segreto e diretto fra tutti i soci aventi diritto al voto.

Art. 23

Le votazioni per referendum sono indette dal C.D. per il rinnovo delle cariche sociali almeno un mese prima della scadenza del triennio. Le votazioni si terranno nei locali della Sezione ed in mancanza in altro locale idoneo, ove sarà istituito regolare seggio elettorale. Lo scrutinio delle schede sarà effettuato subito dopo la votazione, alla presenza e con il controllo dei Sindaci. Ultimato lo spoglio, sarà redatto apposito verbale, con l'esito della votazione.

Art. 24

Contro la regolarità dello svolgimento delle elezioni dovrà essere sporto reclamo scritto e motivato entro 10 giorni dalla proclamazione degli eletti al Consiglio Direttivo Nazionale del CISAR.

Art. 25

Il Presidente del C.D. rappresenta la Sezione a tutti gli effetti. Ad esso è demandato la firma sociale. In sua assenza firmerà il Vice Presidente e successivamente il Segretario. Per gli atti di ordinaria amministrazione, il Presidente, sotto la propria responsabilità, può delegare alla firma un consigliere.

Art. 26

In caso di dimissioni del Consiglio Direttivo, assumerà la carica di Commissario straordinario rispettivamente: Il Presidente, il Vice Presidente, il Consigliere che abbia riportato più voti, il Consigliere più anziano d'età. Il Commissario straordinario deve comunicare al Consiglio Direttivo Nazionale, l'assunzione dei poteri antro sette giorni e, nel termine di 60 giorni, indire nuove elezioni, affidandone l'espletamento al Collegio dei Sindaci, ciò non potrà avvenire quando mancano quattro mesi alla scadenza naturale del mandato.

Art. 27

In caso di scioglimento della Sezione il patrimonio inventariato sarà devoluto all Direzione Nazionale del CISAR.

Art. 28

Il presente regolamento sottoposto in visione al Consiglio Direttivo Nazionale del C.I.S.A.R., dopo la firma se non in contrasto con lo Statuto Nazionale, sarà vincolante per tutti i soci. Il presente regolamento è stato approvato dall'Assemblea dei soci in data 25 febbraio 2002.

Art. 29

Per quanto non espressamente previsto nel presente regolamento il C.D. farà riferimento allo Statuto Nazionale del CISAR ed alle norme del C.C.

 



Associazione Nazionale Radioamatori
Via Duca della Vittoria, 12
89044 LOCRI (RC)

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.